La startup fiorentina Compliance vince un percorso di mentorship presso la Fondazione Toscana Life Sciences, grazie alla 9° edizione del Premio Gaetano Marzotto di cui TLS è partner

HuCare Trial è un software per ottimizzare gli studi clinici che interviene principalmente sull’aspetto dell’aderenza alla terapia, elemento cruciale per la riuscita dello studio.

In occasione dell’Italian Tech Week, la finale del Premio G. Marzotto ha assegnato 31 startup ad altrettanti parchi scientifici e tecnologici, incubatori e acceleratori.

Premiata a Torino, in occasione della 9° Edizione del premio Gaetano Marzotto (categoria Network Incubatori, Acceleratori e Parchi Scientifici e Tecnologici), Compliance s.r.l., startup fiorentina fondata da Giacomo Sebregondi, che ha sviluppato HuCare Trial, una piattaforma volta a facilitare la raccolta e la gestione dei dati nell’ambito di studi clinici. La start-up vince un percorso di affiancamento e mentorship di 12 mesi presso il bioincubatore TLS.

“Siamo onorati di ricevere questo premio e di poter beneficiare dei servizi e della consulenza di una realtà come Toscana Life Sciences per portare avanti la nostra idea – precisa Giacomo Sebregondi, fondatore di Compliance s.r.l. e oggi referente commerciale per HuCare Trial – I software per gli studi clinici sono normalmente  pensati per chi usufruirà dei dati, non per chi li deve fornire o raccogliere. HuCare Trial è il primo software in ambito di sperimentazione clinica che ribalta il concetto di raccolta dati e di comunicazione, presentando evidenti vantaggi sia per gli sperimentatori sia per i pazienti coinvolti.”

Nella gestione di uno studio clinico, infatti, i gap di comunicazione rallentano e minano la qualità dello studio stesso: la raccolta e gestione corretta di dati richiedono molte risorse; i follow-up possono essere troppo distanziati nel tempo; spesso la terapia non viene seguita con continuità dal paziente. HuCare Trial interviene proprio su questo, accorciando le distanze tra paziente e ricercatore, semplificando e ottimizzando dunque l’intero processo che sottende allo studio clinico.

In particolare, la piattaforma permette l’interazione tra un portale, in uso ai medici ricercatori, e un’App, volta a semplificare i compiti del paziente e migliorarne l’aderenza: si stima infatti che per circa il 20/30% degli studi clinici che falliscono la causa sia riconducibile proprio alla scarsa aderenza alla terapia.[1]HuCare Trial, in modo semplice e intuitivo, facilita e snellisce il lavoro dei ricercatori standardizzando le comunicazioni col paziente, monitorandone l’andamento delle terapie e valutandone aderenza ed effetti.

“Siamo al terzo anno di partecipazione al prestigioso premio Gaetano Marzotto – afferma Francesco Senatore, Business development Toscana Life Sciences – e siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti nelle scorse edizioni. Quest’anno ospiteremo una realtà toscana, HuCare, con un progetto molto innovativo che si posiziona in una fase critica dello sviluppo di un nuovo prodotto e cioè la Ricerca Clinica.  Il percorso di accompagnamento e servizi qualificati a cui la start-up potrà accedere ha un valore di 30.000€”.

Le 31 startup alle quali è stato assegnato il Premio Gaetano Marzotto andranno ora a concorrere per il grant da 50mila euro messo in palio da Progetto Marzotto che verrà assegnato il prossimo 21 novembre a Roma.

Per info:

HuCare Trial: https://www.hu-care.com/

Premio Gaetano Marzotto: https://www.premiogaetanomarzotto.it/it/introduzione-al-premio-e-obiettivo/ 

In Foto: Giacomo Sebregondi (sx) e Francesco senatore (dx) in occasione della premiazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *