18 Aprile 2021

Alternanza scuola-lavoro e PCTO, no a passi indietro: il Manifesto delle Competenze Trasversali di Junior Achievement Italia

La situazione attuale di emergenza sta mettendo a dura prova anche il sistema scolastico che rischia fortemente una retrocessione rispetto ai progressi compiuti. È ormai centrale da anni il dibattito su come la scuola italiana non riesca in molti casi a preparare veramente i ragazzi al mondo del lavoro: l’introduzione dell’obbligatorietà dei Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO) è stata una vera e propria conquista in questo senso, permettendo agli studenti di acquisire competenze fondamentali per prepararsi ad affrontare le sfide future. Il sistema scolastico si è lentamente aperto con ottimi risultati a queste iniziative, tanto che per il 2020 si puntava all’introduzione dell’educazione civica nei programmi scolastici.

Queste attività dall’alto valore formativorischiano ora un progressivo abbandono ed è per questo motivo che Junior Achievement Italia, da sempre è a fianco degli studenti con l’implementazione di programmi PCTO riconosciuti dal MIUR, con il MANIFESTO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI si fa portavoce della richiesta di docenti, dirigenti scolastici, genitori, studenti, aziende, Enti del terzo settore e Istituzioni, affinché i seguenti punti siano tra le priorità dell’Agenda politica in tema di educazione:

1. Una Scuola agile, aperta e inclusiva – Favorire la piena realizzazione del modello di scuola aperta che consenta un apprendimento anche al di fuori delle aule scolastiche attraverso infrastrutture, metodi e strumenti digitali accessibili a tutti e una partecipazione fattiva di studenti, docenti e genitori;

2. Educazione alle competenze a tutti i livelli – Intraprendere nuove azioni legislative che rendano obbligatoria l’educazione alle competenze trasversali anche nella Scuola Primaria e Secondaria di I Grado;

3. Insieme è meglio! – Costituire un tavolo di lavoro trasversale di operatori del settore e stakeholders che possa elaborare un curriculum didattico specifico basato sulle 8 competenze chiave e sul modello progressivo di insegnamento;

4. Orientiamoci…sempre di più! – Facilitare un raccordo e una collaborazione sempre più sistemica del mondo scuola con il mondo del lavoro, rinforzando i meccanismi di trasmissione e accesso reciproco;

5. Italia, Europa, Mondo – Incoraggiare il coordinamento e la circolazione delle buone pratiche di didattica per competenze e digitale a livello europeo, partendo dal modello EE-Hub, e internazionale in una logica di solidarietà e collaborazione.

Elemento fondamentale del manifesto risulta, quindi, la collaborazione ad ogni livello, tra gli stakeholders e gli operatori del settore, a livello nazionale e internazionale, al fine di creare un circolo virtuoso di buone pratiche, evitando quindi l’abbandono di programmi importanti e formativi per i ragazzi, che porterebbe a un rilevante gap nella loro preparazione.

L’incerta riapertura delle scuole e una didattica digitale non sempre efficace stanno, infatti, riportando indietro l’orologio, concentrando gli sforzi solo sul programma scolastico in senso stretto e accantonando i percorsi PCTO che, invece, dovrebbero essere implementati ancora di più in questo periodo. I ragazzi, in questa situazione, sono ancora più esposti all’abbandono scolastico, già a livelli allarmanti nel nostro paese, e hanno quindi ancora più bisogno di un supporto nell’orientamento.

“La nostra esperienza nel digitale ci ha permesso di dare risposte immediate alle esigenze che sono emerse al fine di essere al fianco dei ragazzi in modo sempre più proattivo, ma dobbiamo lavorare tutti insieme per fare in modo che questa emergenza non vanifichi le conquiste già fatte dal sistema scolastico”, dichiara Miriam Cresta, CEO Junior Achievement Italia. “Siamo molto orgogliosi del riscontro che abbiamo avuto fino a questo momento da parte dei nostri stakeholders e non ci fermeremo per collaborare insieme a costruire la scuola del domani”.

I programmi di educazione civica e imprenditoriale sono sempre più importanti perché i ragazzi riescano ad affrontare il loro percorso, incerto oggi più di ieri e, attraverso l’approccio esperienziale che li caratterizza, scoprano le proprie capacità e talenti, elemento fondamentale per aiutarli ad orientarsi e proseguire nel proprio percorso formativo e lavorativo. Junior Achievement Italia, insieme ad altre realtà, si è attivata con programmi volti a trasmettere ai ragazzi proprio queste competenze imprenditoriali e soft skills in forma e-learning, per dare una continuità ai percorsi iniziati e implementarne di nuovi grazie alle possibilità offerte dal digitale.

A questo link il Manifesto delle Competenze Trasversali di Junior Achievement Italia: https://www.jaitalia.org/manifesto/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *