19 Settembre 2021

Pro Carton lancia Trees into Cartons, Cartons into Trees (TICCIT) at Home durante la crisi del COVID-19

Con la maggior parte delle scuole d’Europa chiuse a causa dell’emergenza COVID-19, Pro Carton, l’associazione europea dei produttori di cartone e cartoncino, ha adattato il suo programma di successo TICCIT (Trees into Cartons, Cartons into Trees – Dagli alberi alle scatole, dalle scatole agli alberi) per aiutare i genitori del continente a educare i propri figli alle questioni ambientali in modo divertente in questo periodo senza precedenti. 

Nuovo logo TICCIT at Home

Il rilancio dell’iniziativa TICCIT at Home è destinato principalmente ai bambini di età compresa tra 7 e 11 anni, per insegnare loro la sostenibilità e rinnovabilità, prima di mostrare loro come piantare un alberello (una talea o semi) in una scatola di cartone biodegradabile e quindi nel terreno. Materiali di supporto online sono disponibili per i genitori per il download gratuito in otto lingue, tra cui una guida completa al programma, una presentazione modificabile con immagini e note, nonché un modello di poster da colorare, il tutto scaricabile gratuitamente qui: https://bit.ly/3cm7M0A.

Attività TICCT at Home in Inghilterra

Lanciata in Europa nel 2018, l’iniziativa punta a educare le generazioni future sulla sostenibilità e i vantaggi delle confezioni in cartone. Il progetto è stato lanciato dal Paperboard Packaging Council in America e ha finora visto la partecipazione di oltre 115.000 bambini. 

Tony Hitchin, Direttore generale di Pro Carton, ha dichiarato: “Migliaia di genitori in tutta Europa si sono ritrovate improvvisamente ad assumere il ruolo di insegnanti e quindi desideravamo sostenerli con risorse pronte all’uso, per potersi godere questo periodo insieme ai loro figli. “Presentando il programma educativo in modo divertente e pratico, speriamo che TICCIT at Home ispiri le nuove generazioni ed evidenzi il ruolo importante che gli alberi, il packaging e il riciclaggio svolgono nel tutelare la salute del nostro pianeta durante la transizione verso un’economia circolare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *