2 Luglio 2022

SUV elettrico, ora si può

Fino a non molto tempo fa, Il SUV elettrico è stato un sogno per automobilisti e costruttori, alle prese con limiti tecnologici oggettivi. Oggi la situazione è cambiata, con il mercato che finalmente inizia ad annoverare modelli di qualità anche in questo particolare segmento. 

Auto di questo tipo rappresentano una soluzione innovativa, all’interno dell’industria automotive: oltre alle notorie doti di spazio e comfort, gli Sport Utility Vehicle possono ora contare su prestazioni brillanti, buone doti di autonomia, una guida piacevole e a impatto zero, oltre a intrinseche doti di prestigio ed esclusività.

Per arrivare a un punto del genere tuttavia il percorso non è stato affatto semplice: autonomia, massa del veicolo, dinamica di guida sono campi in cui la ricerca ha fatto passi da gigante in tempi relativamente brevi. Il rapido progresso tecnologico ha permesso di risolvere problemi che da sempre hanno rappresentato il tallone d’Achille dei SUV, che trovano nella propulsione elettrica il loro vero punto di forza.

Le caratteristiche vincenti

Il successo dei SUV sembra proseguire incontrastato da diversi anni a questa parte. I motivi che spingono sempre più automobilisti a scegliere uno Sport Utility Vehicle sono tanti, e tutti validi. La posizione di guida è certamente uno degli aspetti che più affascina: una seduta alta e confortevole permette anzitutto di ottenere un’ottima visibilità, a tutto vantaggio di sicurezza e piacere di guida.

Poter vedere in lontananza dona una sensazione di sicurezza superiore, perché permette al conducente di anticipare il comportamento degli altri utenti della strada. Sensazione rafforzata anche dalla posizione dominante del corpo vettura rispetto al piano stradale: in caso di incidente, il rischio di lesioni ai danni di autista e passeggeri con gli altri veicoli scende drasticamente.

La seduta alta è data da un’assetto che privilegia il comfort e la guidabilità su terreni di ogni tipo, anche accidentati. Sospensioni dall’ampia escursione, cerchi in lega dalle generose dimensioni e pneumatici con un favorevole rapporto tra battistrada e spalla, permettono al veicolo di viaggiare al riparo da buche e avvallamenti.

Anche nella guida di tutti i giorni, questa caratteristica rende i SUV decisamente validi e funzionali sull’asfalto dissestato di gran parte dei centri urbani del Paese. Scendono di pari passo le probabilità di rotture meccani che a carico di braccetti, sospensioni, giunti e cerchi, organi estremamente delicati e molto sollecitati dalla guida in città.

Un corpo vettura alto e tanto spazio a bordo equivalgono anche a una massa del veicolo importante, e relativa necessità di adottare propulsori grandi e particolarmente performanti. Per avere un SUV dalle prestazioni soddisfacenti, bisognerà scegliere motorizzazioni di un certo livello, con i costi e i consumi che salgono di conseguenza.

Ed è qui che la propulsione elettrica viene in soccorso degli automobilisti alle prese con uno Sport Utility Vehicle. Il motore elettrico, oltre a produrre emissioni zero permettendo così la circolazione anche nelle ZTL, può vantare doti di efficienza energetica nemmeno lontanamente raggiungibili da un tradizionale motore a benzina o diesel.Le unità endotermiche, con un rendimento massimo che si attesta intorno al 40%, non potranno mai competere con motori elettrici capaci di un rendimento del 90%. Su un SUV, tale rendimento si traduce in prestazioni di assoluto rilievo nonostante la massa importante del veicolo, superando così tutti i limiti di un progetto che vedeva fino a ieri nel peso il suo tallone d’Achille.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.